Ethereum dApps – Cosa sono? Come funzionano?

 

È già da un po’ di tempo che è stata rilasciata un’innovativa criptovaluta che ha permesso la nascita di una nuova generazione di criptomonete successive al bitcoin e alle prime altcoins, denominate criptovalute 2.0.
Il suo nome è Ether e si differenzia dalle odierne altcoins per essere usata anche come combustibile per far funzionare Ethereum; è come la benzina per le auto.

Ethereum è una piattaforma che permette di sviluppare applicazioni decentralizzate chiamate dApp, non c’è limite alle applicazioni possibili, dipende solo dall’immaginazione degli sviluppatori.
Con l’utilizzo di questa piattaforma, grazie alla tecnologia Blockchain, è possibile dare una vera svolta nell’affidabilità dei servizi online (exchange, wallet ecc.), nella privacy e nella lotta contro le truffe nei vari ambiti della vita sociale e politica.

Ma vediamo di capire bene come funziona una dApp prendendo come esempio un’app di messaggistica nota a tutti, Whatsapp.

Se invio un messaggio al mio amico Bob tramite Whatsapp, prima arriva nei server di Whatsapp, dove viene archiviato per sempre, e successivamente arriva a Bob. Questo è un sistema centralizzato. Con questo sistema le informazioni vengono controllate e possedute esclusivamente da coloro che hanno acquistato i server, i possessori di Whatsapp in questo caso, che hanno la possibilità di venderle a terzi. Gli utenti sono costretti a barattare la loro privacy in cambio di un servizio.

Invece se invio un messaggio al mio amico Bob tramite WhatsDapp, viene diviso in più parti e queste inviate a diversi computer sparsi per il mondo, ognuno dei quali svolge la propria parte del lavoro per infine far arrivare a Bob il messaggio. Questo è un sistema decentralizzato. Questi computer sono messi a disposizione da persone comuni che in cambio dell’elaborazione di queste informazioni ricevono un compenso in ether, queste persone vengono chiamate miners.
Con questo sistema gli utenti sono gli unici possessori della loro privacy e le loro informazioni sono al sicuro da terze parti o malintenzionati, grazie alla crittografia.

 

Dapp

Ethereum è una piattaforma con grandi possibilità che potrebbe addirittura cambiare l’intero sistema amministrativo odierno. Al momento è disponibile per gli sviluppatori la Frontier Release, vedremo successivamente se sarà un progetto che riscuoterà successo e lascerà la sua impronta più di quanto non abbia già fatto!

 

Un ringraziamento ad Angelo Milan per l’infographics


Subscribe to our newsletter

Giorni intensi per gli affezionati del Bitcoin. Nell’entusiasmante salita durata un paio di giorni, soltanto coloro che si sono fatti accecare dal desiderio di vedere ripagati mesi di paziente attesa o saldamente fiduciosi nella bontà tecnologica della valuta, sono stati coloro che si sono fatti prendere dall’ottimismo e nel non credere che ci fosse una spinta eccessiva all’in sù. Purtroppo, questi eventi continueranno a generarsi per un po’.

I cosiddetti ‘pump’ prendono facilmente forza cavalcando i trend positivi. Vecchi e nuovi investitori rientrano con i loro capitali, innescano un meccanismo che si alimenta della rarità dei bitcoin in vendita, spingendo il compratore sempre più a largo negli ‘order book’, fino ad imbattersi nelle cosiddette ‘whale'( balene ).

Quando queste hanno ripulito l’area di loro interesse dai compratori bisognosi o fiduciosi di una pesca proficua, è quando si genera il ‘panic sell’. La scarsa importanza che tuttavia alcune figure ripongono nel bitcoin ed il desiderio di concretizzare il profitto derivante dall’investimento portano tutti gli attenti trader a vendere prima che il prezzo riscenda. E guai a farsi trovare distratti. Grandi ‘spread’ possono portare ad una rapida discesa e far andare in fumo grandi quantità di denaro.

toNov7th_2A questo punto, bisogna remare duro per fare uscire la barca dall’onda d’urto e cercare acque più calme dove fare il punto della situazione. Quando sembra di aver toccato il fondo, si può ricomprare, ma poi arriva un’onda e non sai mai quando è alta, trattieni il fiato in attesa della discesa, ma magari hai venduto troppo presto. Tuttavia meglio andare cauti, ormai si tratta solo di capire il trend di discesa dove porterà.

toNov7th_3Speriamo ci venga in soccorso una forza sostenitrice che possa portarci in salvo ma se siamo sulle scialuppe di salvataggio, pescecani sono sempre in agguato( vedi immagine di apertura ). Come si può vedere dall’immagine la lotta è stata davvero molto dura, e la volontà di risalire la cima si è dimostrata ferma. Questi eventi possono destare sorpresa a coloro che vedono nel Bitcoin soltanto una opportunità di applicare modelli e schemi di investimento. A tuttora, sebbene non sappiamo quanto in basso ritorneremo, sembra che ci sia l’interesse nel Bitcoin, anche se al contempo è andato molto a spese di tutte le altcoin, che hanno subito solo variazioni negative nel rapporto con il bitcoin. Addirittura si è visto il Litecoin scendere al di sotto dei 0.01 BTC.